Lord Armstrong, la Gru Armstrong Mitchell e il futuro dell’Arsenale

The Venice in Peril Fund

The British Committee for the Preservation of Venice


Venerdì 15 ottobre alle 15.00, in occasione della Riunione Annuale dell’Associazione dei Comitati Privati Internazionali

per la Salvaguardia di Venezia

c/o UNESCO, Palazzo Zorzi, Castello 4930, 30122 Venezia

tel. 041 520 7050, e-mail: info@comprive.org


PARTECIPERANNO


Henrietta Heald

William Armstrong: Magician of the North

William George Armstrong è stato un inventore, scienziato e uomo d’affari del XIX secolo: può essere considerato il Bill Gates della sua epoca. Come produttore di gru idrauliche, navi ed armamenti ampliò la propria sfera d’azione in tutto il mondo e in Italia in particolare. Henrietta Heald, autrice della sua biografia pubblicata recentemente, parlerà del contributo dato da questo lungimirante ingegnere all’industria, all’istruzione, all’ingegneria e della sua speciale relazione con l’Italia e Venezia.

Claudio Menichelli

La gru idraulica Armstrong Mitchell: il restauro

La gru Armstrong Mitchell è una delle principali attrattive dell’Arsenale di Venezia, dove fu collocata tra il 1883 e il 1885. Non ci si aspetterebbe mai di trovare questo capolavoro di ingegneria industriale -n definito dall’architetto Norman Foster come “un pezzo di inestimabile valore appartenente al patrimonio di archeologia industriale di Venezia” - tra le glorie architettoniche veneziane. La gru, elemento essenziale nella storia dell’ingegneria, è unica, non solo perché è il solo esemplare rimasto di questo tipo e, ma anche perché ha avuto un ruolo fondamentale nella storia di Venezia. L’intervento conservativo non sarà facile: i rilievi strutturali e le analisi scientifiche hanno messo in luce il grande impegno necessario. Claudio Menichelli della Soprintendenza per i Beni Architettonici ed Ambientali di Venezia e laguna ha studiato approfonditamente la gru e descriverà il progetto proposto per la sua conservazione.

Filippo Maria Paladini

L’Arsenale di Venezia, da una rinascita all’altra (1866-2010)

Il passato, la storia recente e il futuro dell’Arsenale di Venezia saranno illustrati da Filippo Maria Paladini, autore di Arsenale e Museo storico navale. Mare, lavoro e uso pubblico della storia (Il Poligrafo 2008). Tra le sue pubblicazioni, ricordiamo Un caos che spaventa. Poteri, territori e religioni di frontiera nella Dalmazia della tarda eta’ veneta (Marsilio 2002) e un’edizione dei dispacci inviati al Senato di Venezia dai governatori e balivi di Corfù nel XVIII secolo (1997). Insegna Storia della marginalità e dell’assistenza presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Torino.

Durante l’incontro sarà garantito il servizio di interpretazione simultanea inglese-italiano

Per ulteriori informazioni:

+44 7715493037, nicky.baly@veniceinperil.org

L’evento si svolge nel quadro del Programma congiunto

UNESCO-Comitati Privati Internazionali per la salvaguardia di Venezia